sabato 1 febbraio 2014

Ci lascia Teofilo Sanson fondatore della Gelati Sanson



Da Torino dove vendeva i gelati per le starde con un baracchino a pedali giunse a Colognola ai Colli per fondare la Gelati Sanson nel 1968 poi passata di mano nel 2008 al gruppo Sammontana la quale tolse il marchio dal mercato. Teofilo si era distinto anche come pioniere delle sponsorizazzioni sportive inventandosi nuovi modi di promuovere il suo prodotto attraverso lo sport, in seguito poi seguito dagli altri visto i successi in ritorno e marketing  che riusciva ad ottenere. In quel tempo tutti conoscevano il marchio Sanson e probabilmente per lungo tempo fu leader del gelato industriale in Italia. Nominato cavaliere del lavoro nel 1986 ultimo di 12 fratelli porto molta occupazione a Colognola ai Colli in tutti questi anni riuscendo ad impiegare il personale  non solo stagionalmente ma durante tutto l'anno lavorativo diversificandosi nella pasticceria surgelata. A 86 anni il patron della Gelati Sanson Spa sulla strada satale 11 in Localita' Quarente ci lascia nato e cresciuto nel boom economico degli anni 50 un pezzo di storia parte con lui.

lunedì 20 gennaio 2014

Per le vie di Colognola ai Colli



Indubbiamente il paesaggio di Colognola ai Colli si compone da tante strade e stradine, ma alcune di loro fanno parte del patrimonio dei Colognesi come via santa Maria della Pieve o Via san Pietro. Personalmente mi piace molto Via Panoramica che rappresenta meglio la posizione geografica del comune di Colognola ai Colli e che si snoda sinuosamente permettendo a chi ci passa di osservare i due lati del comune divisi dal monte di Colognola ai Colli ed appunto Via Panoramica.

Per godersi questi scorci di paesaggio da secolo scorso la bicicletta sembrerebbe il miglio mezzo anche se in moto qualcuno obieterebbe sarebbe lo stesso, considerandomi un amante della natura preferisco pedalare e potermi godere quei grossi alberi che ancora oggi dividono le terre dei contadini le une dalle altre come delle fette di lasagne al forno.

Sembrerebbe quasi di trovarsi nel Chianti se non fosse per quell'aria industriale e che una parte del territorio si vuole dare e a ragione. Si dovrebbe rivalutare le vecchie osterie ora diventate trattorie per il pranzo di mezzogiono in modo da offrire anche a chi viene da fuori l'occasione di gustare i piatti tipici e tradizionali di Colognola ai Colli. Se avete delle idea e volete pubblicarle sul blog di Colognola ai Colli inviate una mail prometto di pubblicarla a stretto giro di posta, magari gustandoci un buon bicchiere di Amarone o Valpolicella.